Grande congiunzione Giove Saturno

In quest’anno 2020, (sicuramente un anno che ricorderemo), si verificherà un evento astrologico particolarmente importante: la “Grande Congiunzione” Saturno-Giove in Acquario.

Perché “grande” congiunzione?

Perché si verifica tra due “pianetoni” che hanno un’energia potente e diametralmente opposta.

Oltretutto, questo avvenimento, che si verifica mediamente ogni 20 anni, (determinando importanti eventi mondiali), viene chiamato “grande mutamento” dato che avviene in Acquario, Segno d’Aria, inaugurando un nuovo ciclo di 200 anni circa nell’elemento Aria, dopo i passati circa 200 anni nell’elemento Terra, e può, quindi, contribuire alla modificazione del punto di vista globale.

E adesso vedremo che cosa significa.

Intanto, chi erano Saturno e Giove nella mitologia?

Il Dio romano Saturno, Crono per i Greci, venne spodestato da suo figlio Giove, il Dio greco Zeus, (“chi la fa l’aspetti!” : la stessa cosa la fece lui con suo padre Urano evirandolo, ed è da questo che deriva l’azione a volte “castrante” di Saturno!), il quale però, gli risparmiò la vita (da qui la generosità di Giove) e diventò così il Re di tutti gli Dei.

E nell’Astrologia, invece, chi sono Saturno e Giove?

Il principio essenziale dell’energia di Saturno è la contrazione:

  • rappresenta tutto ciò che è materiale, conservatore, logico, razionale;
  • vuole la disciplina, la responsabilità, le regole, le costrizioni, la serietà, la determinazione;
  • ha a che fare col tempo (Crono), ne sono un esempio la pazienza, la perseveranza, la costruzione di strutture che durino….;
  • la Legge Universale che rappresenta è il Karma, la Legge di causa ed effetto;
  • l’emozione ad esso collegata è la paura.

Tutto l’opposto Giove, il suo principio essenziale è l’espansione:

  • rappresenta tutto ciò che cresce, l’abbondanza, le opportunità, la fortuna, il benessere, la speranza;
  • vuole l’ampiezza di vedute, l’esplorazione, la conoscenza, la comprensione;
  • ha a che fare con il vedere e l’andare oltre, la generosità, la fiducia;
  • la Legge Universale che rappresenta è la Legge dell’abbondanza, la Legge del dare e del ricevere;
  • l’emozione ad esso collegata è l’ottimismo.

Ecco, quindi, che la “congiunzione” (quando i pianeti, apparentemente, si toccano) rappresenta l’unione degli opposti, nella loro integrazione, perché l’uno non può esistere senza l’altro, la contrazione non può esistere senza l’espansione, come succede col respiro.

E quando avviene esattamente questo evento?

Avviene due volte a distanza di pochi giorni, il 15 dicembre 2020 a 29° del Capricorno (sempre Terra, il Segno che i Pianeti hanno percorso fino ad ora) e poi il 21 dicembre 2020 a 0° dell’Acquario, finalmente nell’elemento Aria.

Vi dice niente la data 21 dicembre?

E’ il Solstizio invernale, quando il Sole, inaugurando il Segno del Capricorno, fa una breve sosta, mostrandosi nella sua minima declinazione (il giorno più corto dell’anno, in cui le ore della notte superano quelle della luce).

In questo modo, il Sole, ci porta all’interno di noi stessi e ci spinge alla ricerca di maggiore introspezione e protezione, prima di fare una specie di “inversione di rotta” e ricominciare a salire il 25 dicembre (altra data “famosa”) e, in un certo senso, rinascere.

Che succede, quindi, a livello globale, col cambio di elemento?

Se nei 200 anni nell’elemento Terra ci sono stati:

  • – la rivoluzione industriale, l’abbandono delle campagne e l’industrializzazione;
  • – il rapido progresso della scienza;
  • – la costruzione di strutture solide e durature;
  • – l’avvento del capitalismo e del liberismo;
  • – il boom economico;
  • – lo sfruttamento indiscriminato delle risorse e l’inquinamento del nostro Pianeta;
  • – lo sfruttamento dei cosiddetti “Paesi poveri” con relativa depauperazione delle risorse;
  • – iniquità sociali e disarmonica distribuzione della ricchezza accentrata nelle mani di pochi….

Con l’avvento dell’elemento Aria, (non a caso nel Segno dell’Acquario, quello più idealista e orientato verso la collettività, la fratellanza e la giustizia sociale …..) dovremmo aspettarci:

  • la ridistribuzione delle risorse a favore di tutti, non solo di pochi;
  • la comparsa di nuove fonti energetiche che tutelino l’ambiente, gratis e a disposizione della collettività;
  • la salvaguardia dell’ambiente e di tutti gli esseri viventi;
  • il rinnovamento dei punti di vista riguardo il progresso, la tecnologia, la scienza e la medicina;
  • il cambiamento nelle relazioni in direzione di una maggiore comunicazione e di sentimenti autentici, non dettati da ricerca del possesso o da dipendenza, senza moralismo né sessismo;
  • la necessità di capire chi siamo veramente, lo scopo dell’esistenza e la nostra missione nella Vita;
  • la riscoperta del patrimonio di altra e importante conoscenza, per troppo tempo tenuto nel cassetto, tipo Astrologia, Numerologia e Tarologia, l’Arte in tutte le sue forme;
  • il rilancio della spiritualità aldilà delle visioni ristrette a cui sono sottoposte la maggioranza delle religioni;
  • l’esigenza di trovare nuovi modi di governarci, salvaguardando il benessere della collettività.

L’Era dell’Acquario

Tutto questo e molto altro, chiede l’Era dell’Acquario che sta per iniziare, e che, secondo alcuni astrologi, comincerà con l’entrata di Plutone nel segno, che avverrà nel 2024.

Certo, non succederà tutto con il tocco di una bacchetta magica, ci vorrà molto tempo.

Prima di tutto devono crollare tutta quella serie di schemi di pensiero e strutture, che sono state messe alla prova dal passaggio dello Stellium di Pianeti in Capricorno, durante quest’anno.

Per guardare l’Italia, tra le tante cose messe in luce dallo Stellium:

Saturno ci ha fatto vedere quanto sono instabili le strutture e le impalcature che reggono l’economia e la sanità, e quanto, invece, sono responsabili e governabili i Cittadini, nonostante tutte le devastanti difficoltà che stanno attraversando;

Plutone sta andando a fondo nelle situazioni tirando fuori la melma che si trova all’interno dei sistemi di governo e di gestione delle risorse, la corruzione e l’inadeguatezza nella conduzione del patrimonio statale (la vendita dei porti e la privatizzazione delle autostrade sono un esempio….);

Giove, che dire …. il Pianeta dell’espansione amplifica tutto!

Un nuovo ciclo

Quindi, con questa nuova energia messa in campo dalla Grande Congiunzione Giove/Saturno si apre un nuovo ciclo, nel quale dovremo lavorare per andare verso un riordinamento di pensiero e una riorganizzazione della Società in linea con le qualità acquariane di idealismo, innovazione, originalità, libertà da schemi e strutture ormai obsolete, perseguire gli interessi della collettività e non del singolo, salvaguardia degli ecosistemi e della giustizia sociale…..

Probabilmente assisteremo a una forte crisi di valori religiosi, educativi e sociali in genere.

Potrà manifestarsi insofferenza e ribellione verso schemi e strutture considerati non più funzionali e obsoleti.

Sarà necessario riconsiderare gli attaccamenti alla materia e cominciare a valorizzare i principi spirituali, le ricchezze interiori e i talenti personali, dare il giusto valore al tempo e considerare il tempo libero una risorsa fondamentale per il benessere.

Diventerà basilare riconoscere che la salute del corpo passa attraverso la salute dell’Anima e quindi riscoprire modi alternativi per curare la mente e lo spirito diventando Esseri liberi con una coscienza autonoma senza più limiti e restrizioni.

Buona vita!

21 dicembre 2020 La Grande Congiunzione in Acquario

Carla Corrias

Avevo 14 anni quando i Tarocchi hanno incrociato la mia vita, da allora sono stati dei fedeli compagni di viaggio, hanno aiutato me e stanno aiutando altri, tramite me, a capire dove stiamo andando e come. Nel 2000 ho conosciuto Osho, un’amica artista mi ha regalato il libro “La creatività” ed ecco che mi si è aperto un Mondo! Ho letto tantissimi libri di Osho, Coelho, Braden, Mamani e molti altri; ho fatto tanti percorsi di crescita personale, Yoga, meditazione fino a che ho conosciuto il Reiki. Il Reiki mi ha cambiato la vita. Sono diventata Master Reiki nel 2009 tramite Lucia Lenzi. Ho poi seguito dei corsi sui Cristalli e ho cominciato a studiare Astrologia (non si finisce mai!). Nel 2014 ho conseguito l’attestato di Operatore Olistico ad indirizzo energetico presso la Energy and Freedom School a Empoli col mitico Fabrizio Barbieri (grazie Fabrizio! Non dimenticherò mai……). Il mio Sogno è aprire un Centro per il benessere Olistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *